Archivio | Possibili cure alternative RSS for this section

Bicarbonato.(Patty)

Premessa…
..quello che ho scritto l’ho trovato in rete… !!!!
Il Bicarbonato di sodio (pare ) dia  al corpo una forma naturale di chemioterapia che uccide efficacemente le cellule tumorali senza gli effetti collaterali devastanti evitando anche i costi della chemioterapia convenzionale. Dal momento che nessuno si può arricchire e fare un sacco di soldi con qualcosa di così semplice, nessuno lo promuove e quindi manca il supporto per essere studiato e sperimentato. bicar

La comunità medica ha voltato le spalle Dr.Simoncini e ad altri colleghi, perché, da onesto specialista oncologo, ha rifiutato di utilizzare i metodi convenzionali per i suoi pazienti che decidono di farsi somministrare cure a base di bicarbonato di sodio, curando con impressionante successo nel 99 per cento dei casi il cancro al seno. Il cancro della vescica può essere curato in breve tempo, completamente e senza chirurgia , chemio o radioterapia, utilizzando solo un apparato di infiltrazione locale (simile ad un catetere) per infondere bicarbonato di sodio direttamente nella zona infetta del seno o della vescica, ma può anche essere consumato per via orale.
Il bicarbonato di sodio applicato ai tumori alla fine li fa scomparire rapidamente, che molti dei trattamenti chemioterapici attualmente includono bicarbonato di sodio, con la scusa che “aiuta” a proteggere i reni, il cuore e il sistema nervoso del paziente è un dato di fatto. Ed è stato già stabilito che la somministrazione di chemioterapia senza bicarbonato può uccidere il paziente. Così , quando sentiamo parlare sui “successi” della chemioterapia è proprio il bicarbonato di sodio che agisce, non solo per fermare metastasi ma anche per ridurre al minimo gli effetti collaterali dannosi della tossicità chemioterapica. Inoltre non esistono studi per separare gli effetti del bicarbonato di sodio dagli agenti chemioterapici tossici.
Annunci

La natura ci ha regalato…. la Cannabis.(Patty)

Qui parlerò del cannabinolo. cannabis

La marijuana nota anche come Cannabis, proviene dalla pianta della canapa. Le foglie, i boccioli e il fiore della pianta contengono un elemento chimico unico chiamato cannabinolo. Si tratta del composto chimico trovato nella marijuana prodotta dai semi Royal Queen, che è ambito per diversi usi medici. I cannabinoidi sono dei princìpi attivi di natura sesquiterpenica, prodotti da una specie molto discussa per l’uso voluttuario che ne viene fatto, la cannabis. I cannabbinoidi godono di un elevato interesse farmaceutico, poiché presentano proprietà narcotiche e sedative inoltre, stimolano la funzionalità gastro-epatica ,aumentando il senso della fame ,utile nei casi di anoressia .
Il cannabinolo ha la capacità di spegnere il gene responsabile delle metastasi in molte forme di cancro aggressive. Nello stesso tempo, non ha le proprietà psicoattive della pianta della marijuana. Può prevenire il cancro oltre a ridurre del 58% la dipendenza dall’insulina per i diabetici e del 66% gli infarti.
Secondo una recente ricerca di laboratorio effettuata da un’équipe del California Pacific Medical Center Research Institute, il cannabidiolo potrebbe essere in grado di bloccare il gene Id-1 che provoca la diffusione delle metastasi del cancro al seno, ma anche di altre forme tumorali.
Effetti da studi clinici dicono che possono essere usati contro: nausea e vomito, anoressia, spasticità, condizioni dolorose.
Effetti relativamente ben confermati contro: disordini del movimento, asma e glaucoma
Effetti meno confermati contro: allergie, infiammazioni, infezioni, epilessia, depressione, disordini bipolari, ansia, dipendenza, sindrome d’astinenza
Effetti ancora allo stadio di ricerca contro: malattie autoimmuni, cancro, neuroprotezione, febbre, disordini della pressione arteriosa.

cannai
Se poi si paragona il farmaco cannabis a tutti quelli che attualmente lo sostituiscono, come gli psicofarmaci, gli antiemetici ecc., e che provocano estesi danni collaterali, forte dipendenza e pesanti effetti sulla psiche, il confronto con la totale innocuità della canapa indiana è ancora più evidente.
E’ veramente curioso che la Cannabis, sia considerata ancora per molti solo una droga.

Cannabinoidi.(Patty)

 

Giorni fa in un post da me pubblicato parlavo dei cannabinoidi, voglio ricordare a tutti che non sono mie supposizioni ma dati che si trovano in rete, non voglio assolutamente affermare che siano la soluzione alla cura del cancro!
canna
Nel marzo del 2005 al Senato australiano è stata presentata una “Inchiesta sui servizi e sulle opzioni di trattamento di persone con cancro”, prodotta dal Cancer Information & Support Society.
Secondo tale inchiesta, alcuni scienziati del McGill Cancer Center di Montreal in Canada, inviarono a 118 medici, esperti di cancro ai polmoni, un questionario per determinare quale grado di fiducia nutrissero nelle terapie da loro applicate, nel caso essi stessi avessero sviluppato la malattia.
Risposero 79 medici e 64 di loro non avrebbero acconsentito a sottoporsi ad un trattamento che contenesse Cisplatino (un chemioterapico molto utilizzato a base di platino). Mentre 58 dei 79 reputavano che tutte le terapie sperimentali in questione fossero inaccettabili a causa dell’inefficacia e dell’elevato grado di tossicità per l intero organismo!
Un risultato eclatante, l’81% degli oncologi intervistati, in caso di tumore, non si farebbero somministrare un chemioterapico, mentre il 73% di loro reputano addirittura le “terapie sperimentali inaccettabili per l’elevato grado di tossicità”.
Anche se il numero di oncologi intervistati non è molto elevato, la cosa dovrebbe far pensare!…
I medici e le aziende farmaceutiche pensano solo ai soldi , la chemioterapia ne porta tantissimi . Questa è l’unica ragione per cui viene ancora usata la chemioterapia.
… Aggiungo che…i cannabinoidi sono efficaci nell’uccidere le cellule tumorali e per di più senza effetti collaterali sono così efficaci nel trattamento della malattia, che il governo degli Stati Uniti, nel 2003, li ha brevettati.
Fonti;http://www.google.com/patents/US6630507
http://luniversovibra.altervista.org/biologa-molecolare-spiega-come-il-thc-della-canapa-uccide-completamente-il-cancro/

Buona lettura

Informazione nulla di più.(Patty)

limone
Questo post lo scrivo solo per informare,le notizie le ho trovate in rete, in vari siiti, non dico che il bicarbonato e il limone possano sconfiggere il cancro, e non dico nemmeno che possano prevenirlo, semplicemente credo sia utile sapere che oltre alla chemioterapia che uccide tutto quello che nel corpo è VIVO… (faccio un esempio semplice ,quando si inizia la chemio dopo poco i capelli cominciano a cadere , quando si smette di farla , i capelli cominciano a ricrescere, questo dovrebbe far capire quanto questa terapia sia forte e dannosa per l intero organismo)magari ci possono essere “cure “alternative .

Proprietà del succo di limone e del bicarbonato di sodio.

E’ un gran alcalinizzante:
É soprattutto la sue principale proprietà. La miscela di limone e bicarbonato agisce in maniera alcalinizzante sull’organismo. È perfetto per disintossicare il corpo, migliorare il funzionamento cellulare e molto altro. Anche per perdere peso.
Un gran digestivo:
È una miscela perfetta per il funzionamento dello stomaco e di tutto l’apparato gastrico. È anti acido e combatte il gas.
Altre proprietà:
Buono per depurare il fegato, antiossidante, ricco di vitamina C e potassio.
Come prepararlo e consumarlo: Semplice. Il succo di un limone, un bicchiere di acqua e un cucchiaino di bicarbonato di sodio. Mescolare bene tutti gli ingredienti e consumare. Preferibilmente a digiuno.
Controindicazioni:
Chi soffre di gastrite o ipersensibilità a questi elementi, meglio evitarli. Anche per chi soffre di ipertensione, in quanto il sodio non è consigliato per la pressione alta.
Detto questo, la domanda è ..La sanità non diffonde la notizia perchè la soluzione è troppo economica?

Le cellule tumorali vivono in un ambiente estremamente acido e privo di ossigeno. Le cellule sane vivono in un ambiente alcalino, ossigenato, consentendo il funzionamento normale, privare una cellulala del 35% di ossigeno per 48 ore può probabilmente innescare un processo canceroso. Le sostanze acide respingono ossigeno, mentre le sostanze alcaline lo attraggono. Le cellule tumorali sono anaerobiche (non respirano ossigeno) e non possono sopravvivere in presenza di alti livelli di ossigeno. Invece la GLICEMIA sopravvive fino a quando l’ambiente è privo di ossigeno. I tessuti tumorali sono acidi, mentre i tessuti sani sono alcalini, quindi il cancro non sarebbe altro che un meccanismo di difesa che hanno alcune cellule del corpo per sopravvivere in un ambiente privo di ossigeno e alcalinità.
Il bicarbonato di sodio, umile composto e , a buon mercato, secondo recenti e sorprendenti ricerche farmaceutiche può curare il cancro. E non solo, allevia molto significativamente anche gli effetti secondari negativi della chemioterapia. La “soluzione” della medicina organizzata per il cancro si basa su tre procedure molto rischiose e altamente invasive la chirurgia, la chemioterapia e la radioterapia. La soluzione può essere nel kit del vostro bagno.
Dose Consigliata: 1/2 litro di acqua + succo di 3 limoni + 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio. Prendere a stomaco vuoto al mattino, può essere suddivisa in due dosi durante il giorno , ma non tra i pasti.
Il Bicarbonato di sodio dà al corpo una forma naturale di chemioterapia che uccide efficacemente le cellule tumorali senza gli effetti collaterali devastanti evitando anche i costi della chemioterapia convenzionale. Dal momento che nessuno si può arricchire e fare un sacco di soldi con qualcosa di così semplice, nessuno lo promuove e quindi manca il supporto per essere studiato e sperimentato.
La comunità medica ha voltato le spalle Dr.Simoncini e ad altri colleghi, perché, da onesto specialista oncologo, ha rifiutato di utilizzare i metodi convenzionali per i suoi pazienti che decidono di farsi somministrare cure a base di bicarbonato di sodio, curando con impressionante successo nel 99 per cento dei casi il cancro al seno. Il cancro della vescica può essere curato in breve tempo, completamente e senza chirurgia , chemio o radioterapia, utilizzando solo un apparato di infiltrazione locale (simile ad un catetere) per infondere bicarbonato di sodio direttamente nella zona infetta del seno o della vescica, ma può anche essere consumato per via orale.
Il bicarbonato di sodio applicato ai tumori alla fine li fa scomparire rapidamente, che molti dei trattamenti chemioterapici attualmente includono bicarbonato di sodio, con la scusa che “aiuta” a proteggere i reni, il cuore e il sistema nervoso del paziente è un dato di fatto. Ed è stato già stabilito che la somministrazione di chemioterapia senza bicarbonato può uccidere il paziente. Così , quando sentiamo parlare sui “successi” della chemioterapia è proprio il bicarbonato di sodio che agisce, non solo per fermare metastasi ma anche per ridurre al minimo gli effetti collaterali dannosi della tossicità chemioterapica. Inoltre non esistono studi per separare gli effetti del bicarbonato di sodio dagli agenti chemioterapici tossici.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: